Nuovi semi iniziano a germogliare. La seconda giornata di Agricoltura Sociale

I primi germogli dell'aglio piantato dai ragazzi al loro primo giorno di agricoltura sociale
I primi germogli dell’aglio piantato dai ragazzi al loro primo giorno di agricoltura sociale

Abbiamo visto germogliare nuovi semi. E non ci riferiamo solo agli spicchi d’aglio. Questa settimana c’è stata la seconda delle quattro Giornate di Agricoltura Sociale che abbiamo organizzato per far provare i nostri progetti a nuovi ragazzi. Ed è stata anche la seconda giornata in assoluto di agricoltura sociale per i giovanissimi che hanno già partecipato al nostro primo incontro nei campi dell’azienda agricola La Nuova Arca. Un giorno speciale perché, a due settimane di distanza, tornano a La Nuova Arca e trovano i germogli dell’aglio che avevano piantato.

Aveva ragione C, giovanissima ragazza di Santa Palomba che vi abbiamo già presentato nei precedenti post. Era sicura che il suo aglio avrebbe dato vita a nuove piantine. E così è stato. Sembra sia andata molto meglio degli educatori e degli operatori, anch’essi cimentatisi in questa prova. Dobbiamo ammetterlo…
Lei e S si applicano con serietà e ci tengono a fare un lavoro ben fatto. Hanno entusiasmo, scherzano, e hanno creato subito un buon rapporto con tutti. C ha percorso ansiosa di vedere il frutto della sua opera la stradina, questa volta terribilmente fangosa, che porta dal casale de La Nuova Arca agli orti. C e S si incamminano davanti a noi, ci precedono così tanto che ad un certo punto devono aspettarci, mentre noi cerchiamo di non scivolare tra il fango e le pozzanghere.

È tornato anche E, che inizia a sentirsi molto tranquillo e a suo agio. Ci ha fatto davvero piacere sentire la sua psicologa raccontarci che quella mattina il ragazzo non vedeva l’ora di recarsi in azienda. Si è fatto trovare pronto anche per l’equipaggiamento. Stivali di gomma ai piedi e ombrello tascabile nel suo zaino. Noi altri, invece, siamo rimasti sorpresi dal breve e intenso scroscio di pioggia che ci ha sorpresi quando avremmo dovuto occuparci dei peperoncini.

Con noi c’erano altri 5 ragazzi nuovi. Sono minori non accompagnati venuti dall’Egitto. Vogliono costruirsi una vita in Italia e dimostrano di volersi applicare. Per due di loro non è la prima esperienza di lavoro nei campi. Già in Egitto hanno lavorato. Non conoscono ancora benissimo la lingua italiana. Ma un’altra soddisfazione ci è arrivata quando uno di questi ragazzi, mentre piantava altro aglio, ci ha detto “è questo il lavoro che voglio fare”.

Alcuni di questi ragazzi inizieranno un vero e proprio percorso di agricoltura sociale. Giovedì prossimo sarà il loro primo giorno di lavoro. Li aspetta il progetto Nuovi Campi Aperti.

Per la serie Agricoltura Sociale in soggettiva, una playlist su YouTube dove potete trovare le riprese fatte da ragazzi e operatori con una videocamera sul berretto, vi mostriamo dal suo stesso punto di vista la reazione di C alla vista dei primi germogli dell’aglio da lei piantato:

Per richiedere informazioni o prenotarsi per le prossime Giornate di Agricoltura Sociale, i contatti di Kairos sono:
mail – segreteria@kairoscoopsociale.it
tel. – 06 51600539

Ecco dove faremo le prossime Giornate di Agricoltura Sociale:


ALTRI POST SUL BLOG


Giornate di Agricoltura Sociale: laboratori per ragazzi nelle aziende agricole

Com’è il primo incontro tra un adolescente e l’agricoltura sociale?

Agricoltura Sociale in soggettiva. Il punto di vista dei ragazzi, con una videocamera sportiva


IL PROGETTO


Nuovi Campi Aperti


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© Copyright 2015
Kairos
Società cooperativa sociale a.r.l. O.N.L.U.S. (di tipo “B”, ai sensi della L. 381/91)

Sede legale: via Attilio Ambrosini n. 72 – 00147 Roma
Tel.: 06.5160.0539
Fax: 06.5188.2122
segreteria@kairoscoopsociale.it