Manifesto per un nuovo fundraising. Donare di più e meglio

08_fundraising

Il fundraising, anche come conseguenza della crisi economica, ha acquistato negli ultimi anni un ruolo di crescente importanza ed è considerato dalle organizzazioni non profit e dalle istituzioni culturali, sociali, educative pubbliche come una delle strade da intraprendere per rendere più sostenibili le proprie missioni ed attività. È necessario però che, al contempo, cresca la cultura e la pratica del dono da parte della comunità in una logica di corresponsabilità nella gestione dei beni comuni e nei sistemi di solidarietà sociale. Per far sì che il dono diventi sempre di più uno strumento essenziale per costruire una società più coesa, solidale e capace di rispondere alle nuove sfide del welfare occorre però che il fundraising cresca sia in quantità che in qualità.

La Scuola di Roma Fund-raising.it festeggia i suoi primi dieci anni di vita pubblicando il primo Manifesto realizzato per contribuire a rendere il fundraising una delle principali strategie per la sostenibilità di un nuovo welfare di comunità. Frutto del dibattito pubblico realizzato con il progetto “Fundraising. Un altro welfare è possibile”, il Manifesto è pensato come un patrimonio di idee e di valori che possa essere condiviso da tutti gli stakeholder pubblici e privati direttamente e indirettamente coinvolti nella grande sfida del fundraising, affinché possano porre in essere, a partire da esso, programmi e azioni che contribuiscano a far sviluppare la donazione e la raccolta di fondi.

In particolare è rivolto a:

  •  le istituzioni coinvolte nel processo di riforma del Terzo Settore, della scuola e della cultura;
  •  gli organi preposti all’amministrazione e al controllo dell’economia, della finanza e del fisco;
  •  le amministrazioni locali e le loro organizzazioni di rappresentanza affinché ne tengano conto nelle politiche di riorganizzazione della finanza locale;
  •  le organizzazioni non profit, i loro dirigenti e le organizzazioni di rappresentanza del settore;
  •  le istituzioni e i servizi di natura pubblica rivolti alla collettività (biblioteche, musei, teatri, scuole, servizi socio-sanitari, ecc.), i loro dirigenti e le organizzazioni di secondo livello;
  •  il mondo dei comunicatori, dei pubblicitari, dell’informazione e dei media con un particolare riferimento al servizio radiotelevisivo pubblico;
  •  le autorità e le aziende che operano nei campi della telecomunicazione, della gestione della privacy e delle transazioni economiche;
  •  gli enti di formazione;
  •  i fundraiser e i giovani che intendono diventare fundraiser;
  •  le aziende e le loro fondazioni;
  •  le fondazioni di origine bancaria;
  •  tutti quegli italiani donatori sensibili alle cause sociali e a tutti coloro che, pur essendo sensibili, non donano perché poco convinti dell’efficacia e dell’utilità di un comportamento donativo.

© Copyright 2015
Kairos
Società cooperativa sociale a.r.l. O.N.L.U.S. (di tipo “B”, ai sensi della L. 381/91)

Sede legale: via Attilio Ambrosini n. 72 – 00147 Roma
Tel.: 06.5160.0539
Fax: 06.5188.2122
segreteria@kairoscoopsociale.it