È vicina la partenza dell’Agenzia per l’Autonomia del progetto #CrescereInsieme. Come lavorare e che fasi seguire per aiutare le madri sole (magari, ragazze madri o in difficoltà economica e sociale) nella ricerca di casa e lavoro?

Ci abbiamo ragionato con i partner di progetto nelle prime due giornate di formazione del gruppo operativo

 

Giornata di formazione nell'agenzia per l'autonomia delle ragazze madri
Giornata di formazione nell’Agenzia per l’Autonomia di #CrescereInsieme

Come aiutare le mamme sole, le madri in difficoltà economica e sociale, a costruire il proprio futuro? Come aiutare le famiglie più vulnerabili, i nuclei mamma-bambino, nella ricerca di una casa e di un lavoro? Siamo partiti anche da queste domande quando ci siamo proposti di contrastare la povertà educativa tra i bambini fino ai 6 anni. Il motivo è semplice. Se l’unico genitore è in difficoltà, come si può garantire il diritto del bambino allo studio, al gioco, allo sport, ad una crescita piena di stimoli?

#CrescereInsieme. Dall’esperienza della Rete Mamma-Bambino

Le ragazze madri o le donne straniere sono una realtà. Le comunità per mamme e bambini sono tante nel Lazio. Abbiamo contribuito alla creazione di una Rete, che facilitasse il lavoro di tutte le strutture e di tutti i servizi partecipanti, e ci siamo impegnati nella mappatura dei centri che si occupano di nuclei mamma-bambino sul territorio laziale. E da maggio abbiamo aumentato il nostro impegno, insieme ad altri 14 partner, con il progetto #CrescereInsieme.

Un progetto che prevede l’avvio, tra le varie iniziative, anche di un’Agenzia per l’Autonomia abitativa e lavorativa. Un supporto a servizi sociali e operatori di servizi e strutture per madri sole e famiglie monogenitoriali. Presto, potranno contattarci per lavorare con il nostro supporto all’inserimento socio-lavorativo delle mamme e delle famiglie di cui si occupano.

Per maggiori informazioni visita:
-il blog di #CrescereInsieme 
-il dettaglio sull’Agenzia per l’Autonomia

La formazione dell’Agenzia per l’Autonomia

appartamenti per ragazze madri
Photo by Meghan Holmes on Unsplash

Per portare avanti con serietà il nostro obiettivo, però, bisogna partire lavorando sulle nostre idee. Forti delle diverse esperienze e professionalità delle organizzazioni impegnate per #CrescereInsieme. Partiamo, quindi, dalle basi. Dalla formazione del gruppo operativo che si occuperà di questa attività. Ecco come abbiamo iniziato a lavorare durante la scorsa settimana.

Un gruppo di lavoro ben formato è uno dei punti di forza del progetto e, in particolare, dell’azione che porterà alla creazione di un’Agenzia per l’Autonomia rivolta a quelle madri che, affrontando difficoltà economiche e sociali, crescono da sole i propri bambini.
L’attenzione alla formazione interna, reciproca, resa possibile dall’interazione di esperienze e competenze diverse, è uno degli aspetti che ci contraddistingue. L’elemento che rende produttiva e creativa una partnership.

Formazione nel sociale e la sua importanza

appartamenti per ragazze madri
Photo by rawpixel on Unsplash

Per questo motivo, le prime riunioni del gruppo operativo dell’Agenzia per l’Autonomia sono state dedicata alla formazione.
Quale tipo di formazione? Una sorta di confronto in merito alle idee e alle esperienze dei professionisti provenienti dalle organizzazioni che comporranno l’agenzia. OasiKairosLa Nuova ArcaCeisTumisafARPJ Tetto e Rimettere le Ali portano con loro competenze e professionalità diverse.
Trovare un punto d’incontro tra queste competenze e professionalità è fondamentale. Sarà una base di lavoro che, ne siamo sicuri, ci porterà lontano.

Inoltre, abbiamo ragionato sul modello operativo dell’Agenzia. Abbiamo tracciato le varie fasi che si susseguiranno durante la presa in carico di ogni caso. Dalle modalità di segnalazione del nucleo familiare vulnerabile, alle azioni che porteranno al raggiungimento dell’obiettivo. Una casa ed un lavoro per far costruire il futuro della famiglia.

Ne è uscito fuori un percorso da compiere insieme: noi, la famiglia, e gli operatori dei servizi territoriali pubblici e privati. Collaborazione, partenariato, incontro di competenze ed esperienze. Sono sempre questi gli elementi di successo del sociale sul territorio. E anche l’Agenzia per l’Autonomia non nasce per scaricare a ad un soggetto diverso il destino di una madre sola. Ma si lavora insieme. Crescere Insieme occupandoci insieme del bene della famiglia.

Fare una SWOT è utile anche nel sociale

Tiziana Piacentini swot sociale

Formazione è anche confronto interno. Analisi dei nostri punti di forza e delle nostre criticità. Delle opportunità e delle difficoltà che incontreremo nei prossimi tre anni. Per questo, abbiamo fatto un’analisi SWOT.

Cos’è una SWOT? Una matrice, uno schema, sulla quale raccogliere punti di forza (Strengths), le debolezze (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) di un progetto.
Sì, qualcosa che è nato per il marketing può aiutare a far crescere il sociale. Ci siamo armati di post-it e abbiamo riempito la matrice disegnata sulla lavagna. Abbiamo individuato tutti gli elementi che caratterizzeranno il nostro cammino, esplicitando i nostri diversi punti di vista.

Idee per l’Agenzia per l’Autonomia

Da questo incontro nasce una consapevolezza ben radicata del modo in cui dovremo approcciare il nostro lavoro per l’Agenzia per l’Autonomia. Ad esempio, abbiamo riconosciuto l’importanza della collaborazione con strutture e servizi che si occupano dei nuclei mamma-bambino. Ed abbiamo individuato quelle competenze e quegli strumenti in nostro possesso che ci aiuteranno ad aiutare le mamme.

Ora si va avanti. Più forti e consapevoli di prima. L’obiettivo è ambizioso e il lavoro è duro: accompagnare 200 nuclei mamma-bambino in un percorso verso l’autonomia. Ma la formazione è uno dei nostri punti di forza.

Presto maggiori informazioni sull’Agenzia per l’Autonomia

Come contattarci? Come indicarci le caratteristiche e le peculiarità della famiglia? Cosa aspettarsi dalla nostra collaborazione? A queste domande vi risponderemo molto presto su questo sito e sul blog di #CrescereInsieme.

Intanto, lasciaci un contatto se vuoi ricevere aggiornamenti via mail.

CONTATTA l’Agenzia per l’Autonomia per segnalare un nucleo familiare mamma-bambino.
Puoi ricevere informazioni su #CrescereInsieme iscrivendoti alla NEWSLETTER di Oasi e Kairos

 

Con I Bambini. Progetto realizzato con il Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile

Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile 

Per informazioni:

percorsiconibambini.it/crescereinsieme/ – facebook.com/Crescereinsieme.Progetto/


ALTRI POST SUL BLOG


Parte il progetto per prevenire la povertà educativa dei bambini aiutando le madri

Seminario “Famiglie e servizi in Rete”. I risultati della ricerca

Mappatura: “Accoglienza residenziale dei nuclei mamma-bambino nel Lazio”


IL PROGETTO


#CrescereInsieme

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© Copyright 2015
Kairos
Società cooperativa sociale a.r.l. O.N.L.U.S. (di tipo “B”, ai sensi della L. 381/91)

Sede legale: via Attilio Ambrosini n. 72 – 00147 Roma
Tel.: 06.5160.0539
Fax: 06.5188.2122
[email protected]