Gli auguri, un saluto insieme, un primo bilancio

Giornate di Agricoltura Sociale - Il momento del pranzo a La Nuova Arca

Oggi ci siamo ritrovati a La Nuova Arca, a pranzo, per scambiarci gli auguri prima delle feste di Natale. Un momento per fare un primissimo bilancio del percorso di alcuni dei ragazzi con i quali stiamo lavorando. In particolare quello di Pony, Rosa e Diamante*, i tre adolescenti che abbiamo scelto di seguire da vicino su questo blog.

È già da più di un mese, ormai, che prosegue il cammino di agricoltura sociale dei ragazzi che partecipano a questa terza edizione di Campi Aperti. Pony, Rosa e Diamante sono impegnati nei campi della cooperativa La Nuova Arca ogni giovedì. Per un giorno a settimana possono sostituire la scuola con un’attività formativa che, crediamo, sia cucita su misura per le loro specifiche esigenze. Rosa e Diamante partono da Santa Palomba, e dopo aver percorso semplicemente un pezzo di Ardeatina si ritrovano in un mondo che sembra molto più distante. Pony incontra suoi coetanei con i quali si ritrova finalmente a condividere gli stessi impegni, le stesse responsabilità: nei confronti della terra, dei suoi frutti, dell’azienda che li produce e dei gruppi d’acquisto solidale che li acquisteranno. Insieme a loro ci sono anche tre adolescenti egiziani, arrivati da soli in Italia.

Sei ragazzi che cercano il proprio posto e il proprio ruolo nel mondo, ognuno a modo proprio. L’agricoltura sociale, specialmente in questo caso, diventa anche un’incontro di modi di comunicare diversi. Sia per le differenze linguistiche che per quelle relazionali che contraddistinguono i ragazzi. Lavorando e aiutandosi, trovano un linguaggio comune.
Rosa e Diamante, ad esempio, aiutano Pony, sono molto accoglienti nei suoi confronti. Anche i ragazzi egiziani, pur essendo più riservati e distaccati, non gli fanno mancare il proprio aiuto.

L'aglio piantato nel primo giorno di agricoltura sociale

Hanno ritmi molto diversi tra di loro. C’è chi in Egitto ha già lavorato la terra, giovanissimo, ed è una scheggia. Ma tutti affrontano il proprio lavoro senza tirarsi indietro. Hanno piantato le fave, estirpato le piante infestanti dalla bieta. E, intanto, l’aglio piantato nella prima giornata di agricoltura sociale, una prova fatta più per mettersi in gioco che per altro… sta crescendo.

Anche questo giovedì la giornata di lavoro è terminata per loro. È il momento del pranzo e degli auguri.
Anche il blog Kairos Racconta tornerà dopo le feste. Auguri di Buon Natale e Buon Anno a chi ci ha letto in questo primo anno nel quale abbiamo provato a raccontare sforzi, momenti e opportunità che contraddistinguono il nostro lavoro e l’agricoltura sociale in modo particolare.


ALTRI POST SUL BLOG


Nuovi semi iniziano a germogliare. La seconda giornata di Agricoltura Sociale

“Lo spazio fuori, lo spazio dentro”. L’agricoltura sociale vista da un’operatrice


IL PROGETTO


Nuovi Campi Aperti


*Abbiamo chiesto ai ragazzi di scegliersi uno pseudonimo. È giusto che siano loro a decidere se e chi possa sapere che queste storie sono le proprie.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© Copyright 2015
Kairos
Società cooperativa sociale a.r.l. O.N.L.U.S. (di tipo “B”, ai sensi della L. 381/91)

Sede legale: via Attilio Ambrosini n. 72 – 00147 Roma
Tel.: 06.5160.0539
Fax: 06.5188.2122
[email protected]